Pinacoteca "Casimiro Ottone"

Indirizzo

Piazza Ducale, Castello, Vigevano, PV


Sito Web

Descrizione

Le opere esposte all'interno della Pinacoteca coprono un'arco cronologico che va dal XV al XX secolo, ma indubbiamente i periodi maggiormente rappresentati sono l'800 e il '900.

La stagione della grande pittura italiana ed europea del XIX secolo costituisce il cuore della Pinacoteca Civica.
Una stagione che a Vigevano si apre con la figura di Giovanni Battista Garberini (1819-1896), maestro riconosciuto della pittura vigevanese moderna ed autore di una imponente galleria di ritratti di esponenti della borghesia cittadina. Da tale produzione emerge il grande “Ritratto della famiglia Campari”, in cui il senso dinastico della celebre famiglia di industriali distillatori è reso con spietato e forse ironico senso di verità. Gli anni Settanta dell’Ottocento segnano un rinnovamento formale per la pittura lombarda e quindi, di riflesso, per la pittura vigevanese. Gli esponenti di punta della nuova stagione sono Ambrogio Raffele (1845-1928) e Casimiro Ottone (1856-1942) che suscitarono l’interesse e la menzione di Federico Zeri in occasione di una mostra organizzata nel 1997. Se Raffele si dedica quasi esclusivamente al paesaggio privilegiando le vedute di località alpestri (specialmente della Valle d’Aosta), Ottone si rivolge alla figura come dimostra la folta sequenza di intensi volti femminili che richiamano stilemi tardo scapigliati. La generazione di pittori a cavallo dei due secoli è ben rappresentata da Luigi Bocca (1872-1930), Luigi Barni (1877-1952) e dai fratelli Cesare e Ferdinando Villa. Luigi Bocca è il personaggio di maggior spessore, come testimonia la sua produzione incentrata sul ritratto e sulla composizione con figure umane bene esemplificata nel delicato “Per tua dote”.
La stagione del Novecento pittorico ha invece in Mario Ornati (1887-1955) e Carlo Zanoletti (1898-1981) i protagonisti principali. In particolare Zanoletti si distingue per la sua particolare lettura dei paesaggi del fiume Ticino e dei suoi frequentatori (barcaioli, ma anche gente comune).
Unico rappresentante importante della scultura del Novecento a Vigevano è Giovan Battista Ricci (1891-1955) di cui sono esposti i bozzetti preparatori del “Monumento al Calzolaio d’Italia” ed altri lavori dedicati all’industria calzaturiera.

Servizi

Orario:

da martedì a venerdì 14.00 - 17.30

sabato, domenica e festivi: 10.00 - 18.00

lunedì chiuso

Mappa

© 2016 VIVIVIGEVANO- All rights reserved