Esplora

Vigevano

Vigevano

Concerto Orchestra d’Archi “E. Lunghi”

  • Date evento
    Inizio: 19/12/2019
    Fine: 19/12/2019
    Indirizzo
    Ridotto del Teatro Cangnoni, Corso Vittorio Emanuele II, Vigevano
    Contatti
    Email: ---
    Sito web: ---
    Orari
    21.00
  • Descrizione

    Il programma musicale che l’Orchestra “E. Lunghi” del C.I.M. “L.Costa” propone un viaggio a ritroso nel tempo dal tardo Barocco (prima metà del XVIII secolo) agli ultimi decenni del Rinascimento (seconda metà del XVI).

    La serata si aprirà con il Concerto Grosso Op. 6 n° 4 in La min. di G.F. Haendel.

    Questa composizione fa parte di un ciclo di 12 Concerti elaborati a Londra tra il

    29 settembre e il 30 ottobre dell’anno 1739.

    Il carattere tipicamente italiano del cantabile, il rigore e le invenzioni del fugato,

    le sorprese del curiosissimo Allegro finale sono le note pregnanti che informano questa eccellente creazione del musicista di Halle.

    La seconda proposta della serata è costituita dal magnifico Concerto in La minore

    per Violino, Archi e Basso continuo BWV 1041 di J.S. Bach.

    Coetanei e conterranei, Haendel e Bach sembrano aver passato la loro vita su due pianeti diversi.

    Cosmopolita, scapolo, ricco e riconosciuto protagonista della scena inglese il primo;

    quasi stanziale, misconosciuto, carico del peso di una numerosissima famiglia e assediato dalle ristrettezze economiche il secondo.

    Geni entrambi, ma con esistenze, carattere e carriere agli antipodi.

    Il concerto proseguirà con una Suite dall’opera “King Arthur” di H. Purcell.

    E’ il primo approccio dell’orchestra con la scena musicale inglese, la cui scuola è protagonista in ambito europeo di un capitolo particolarmente importante.

    Grande operista, ma anche autore raffinato di splendidi brani strumentali, Purcell seppe imprimere un carattere unico all’evoluzione musicale dello stile britannico.

    Ci muoveremo poi verso l’ Italia, sulle note di Carlo Gesualdo Principe di Venosa:

    in programma una Gagliarda, scritta per quattro strumenti dal più enigmatico e tormentato protagonista della polifonia vocale italiana.

    Concluderemo il nostro viaggio a ritroso nel tempo chiudendo anche un ideale circolo spaziale. Torneremo infatti in Germania, mantenendoci a cavallo tra Rinascimento e primo Barocco, per eseguire una raccolta di brani composti da  M. Praetorius e da lui raccolti nel “Terpsichore Musarum” del 1612.

    Si tratta in realtà di vivaci danze tipicamente rinascimentali di sicura origine francese.

    L’insigne teorico le pubblicò su richiesta di un coreografo al servizio della corte di Wolfenbüttel (Bassa Sassonia), città nella quale Praetorius risiedeva in quel periodo.

     

    L’ingresso è libero.

    Mappa

  • Date evento
    Inizio: 19/12/2019
    Fine: 19/12/2019
    Indirizzo
    Ridotto del Teatro Cangnoni, Corso Vittorio Emanuele II, Vigevano
    Contatti
    Email: ---
    Sito web: ---
    Orari
    21.00
  • Richiedi informazioni


    Prenota un tavolo