Esplora

Vigevano

Vigevano

Le Ninfee di Monet – Proiezione Film

  • Date evento
    Inizio: 16/03/2019
    Fine: 17/03/2019
    Indirizzo

    Associazione Ondedurto.Arte
    Cia Cairoli, 16/A - Vigevano

     

    Contatti
    Email: ---
    Sito web: ---
    Orari
    ---
  • Descrizione

    LE NINFEE DI MONET – UN INCANTESIMO DI ACQUA E LUCE

    Regia di Gianni Troilo. Un film Da vedere 2018 Genere Eventi, Arte – Francia, 2018, durata 94 minuti.

    Claude Monet (Parigi, 1840 – Giverny, 1926) ha combattuto la guerra dal suo giardino di casa, a Giverny, dipingendo l'ultima, maestosa opera sulle ninfee. Mentre il mondo era in subbuglio e la Francia arrancava tra i morti in trincea e la desolazione in città, un anziano Monet prendeva una posizione decisa e pacifista: quella di restare nel suo prezioso giardino, abbandonato da chi si era dovuto arruolare, figli e collaboratori, a dipingere la natura che vedeva attraverso quegli occhi, ormai malati, ma ancora dotati dal potere unico del trasporre le cose in maniera irripetibile. Così termina Le Ninfee di Monet – Un incantesimo di acqua e luce, il film documentario dedicato allo straordinario pittore impressionista che ha passato l'esistenza a dipingere le 3 cose che più amava, e che ha studiato, plasmato e ritrattato per tutto il corso della sua lunga vita: la natura, l'acqua, il colore.

    E di natura, acqua e colore tratta questo film, realizzato da Giovanni Troilo, riconoscibile dalle immagini di forte impatto estetico già dalle prime inquadrature e dalle zoommate sui luoghi di formazione e creazione dell'artista francese, nato a Parigi, dove ha studiato, per poi spostarsi sulle fredde, grigie ed imponenti costiere della Normandia, a Varengeville-sur-mer, fino a placarsi in un'oasi di fiori, quella della casa di Giverny, dove Monet decide di piantare solo alberi e piante da fiore, appunto, per incrementare il colore nella sua vita e nelle opere.

    Quei luoghi che il film racconta anche nei dettagli sui dipinti di Monet, sulle sue pennellate e sull'intreccio dei colori all'apparenza irreali: torrenti violacei, natura densa che cambia tonalità e luce a ogni angolazione, tratti più materici. Quelle tele che tutti conosciamo, che abbiamo visto in qualche libro di scuola e nei musei. Pitture come "Mare tempestoso in Etrat", "Plage a Pourville", la serie dei "Soleil levant", i "Covoni", i fiori nel "Jardin de Giverny"… dipinti che vediamo scorrere anche nei titoli di coda e che Monet ha cercato di cogliere in ogni orario e con le più diverse tonalità di luce, rischiando salute e vita, per quell'ossessione del dipingere i cambiamenti che la giornata impone. 

    Le ore passate sul suo battello-studio, sotto pioggia, sole, d'estate e di inverno. E quella barca che rivediamo vivere sulla Senna, che poi si immette nel mare normanno, grazie all'attrice Elisa Lasowski che, con grazia e passione, racconta la vita del pittore passeggiando per i suoi luoghi, restituendolo all'immaginario dello spettatore che diventa parte attiva del racconto. L'attrice narra episodi specifici di mostre, come l'ultima, ad esempio, presso il museo de l'Orangerie di Parigi, che fu aperta dopo la morte di Monet, e dove fu esposta la sua ultima, gigantesca opera de "Les Nymphéas" realizzata appositamente per lo spazio e donate in onore dell'armistizio del 1918 tra Germania e Francia; o dell'intenso rapporto di amicizia con il ministro George Clemenceau, suo grande sostenitore sin dagli esordi artistici.

     

    Ore 17.30

     

    Mappa

  • Date evento
    Inizio: 16/03/2019
    Fine: 17/03/2019
    Indirizzo

    Associazione Ondedurto.Arte
    Cia Cairoli, 16/A - Vigevano

     

    Contatti
    Email: ---
    Sito web: ---
    Orari
    ---
  • Richiedi informazioni


    Prenota un tavolo