Esplora

Vigevano

Vigevano
SelvaggiaMente

Il peso delle parole.

 Quante volte ci siamo pentiti di una frase o una parola di troppo? Quante volte, invece, avremmo tanto voluto dire ma per mille e svariati motivi non siamo riusciti ad emettere alcun suono? Queste due semplici domande, in realtà, mi servono solo ad introdurre il mio pensiero.

Ebbene: come molti di voi sapranno, io lavoro con le parole. Ne conosco bene il peso, le scelgo di volta in volta, spesso sbaglio, altrettanto spesso le azzecco. Quello che però è successo a Macerata mi ha fatto pensare, come mi hanno fatto pensare tutti i vari commenti, beceri o intelligenti, che ho letto sui social.

La conclusione dei miei pensieri è che io mi sento colpevole. Mi sento colpevole perché sono parte di una società che tollera, sopporta e troppo spesso esulta alle parole “razza”, “straniero”, “clandestino”, “negro”, “bianco” e così via. Probabilmente se questa società si scandalizzasse per queste espressioni nello stesso modo per cui si scandalizza per un ponte appena costruito e subito crollato, allora certi episodi non succederebbero.

Certo, c’è la libertà di pensiero, di culto e di espressione, soprattutto politica. Però io non credo che queste libertà siano state istituite per fomentare l’odio. E non ditemi che Macerata non è Vigevano, perché certe frasi, certi pensieri li ho sentiti, e letti, anche da queste parti. Allora, quello che dico, e quello che chiedo, è di fermarci tutti qualche istante, di pensare alle parole che usiamo, di misurarle e di pesarle. Perché – e lo dico con cognizione di causa – ci sono mille modi per dire la stessa identica cosa. Vorrei urlarlo, e non scriverlo, soprattutto adesso che la campagna elettorale scatenerà ogni tipo di istinto.

Siate uomini, prima che politici. Siate uomini, come lo siamo tutti sulla faccia di questo pianeta. E ricordate che “ad ogni azione corrisponde una reazione”. Ad ogni parola corrisponde una reazione. E di quelle di Macerata, sinceramente, penso che ne possiamo fare a meno.

  • Indirizzo
    Contatti
    Email: ---
    Sito web: ---
    Orari
    ---
  • Richiedi informazioni


    Prenota un tavolo