Esplora

Vigevano

Vigevano
Rassegna Letteraria Vigevano 2018

Javier Cercas Mena, Premio Internazionale alla carriera

Entriamo nel vivo della rassegna conoscendo Javier Cercas Mena. A lui, scrittore, saggista nonché giornalista spagnolo, classe 1962, andrà, domenica 21 ottore alle 21, sul palco del Teatro Cagnoni, Javier Cercas il Premio Internazionale alla carriera.

Nato a Ibahrnando, un piccolo paese dell’Estremadura, regione poverissima della Spagna, se n’è andato da bambino per trasferirsi con i genitori a Gerona. Cercas non è solo uno scrittore, ma anche un intellettuale: professore universitario di filologia, scrive su “El Paìs” con regolarità, intervenendo su argomenti che riguardano non solo la letteratura ma anche la politica e la società.

Si è schierato, per esempio, contro l’indipendenza della Catalogna. «Quando scrivo sul giornale – spiegò Cercas nell’intervista di Marco Belpoliti su doppiozero.com, quando scrivo di politica, è una cosa. La mia opinione. Un’altra cosa è il romanziere. Anche il romanziere parla delle cose più scomode, come faceva Pasolini e tanti altri, ma è sempre un uomo conflittuale, perché scrive delle cose che la gente non vuole sentire. Un grande romanziere per me è qualcuno che non conferma le mie certezze, ma fa il contrario».

La sua opera è principalmente narrativa, e si caratterizza per la mescolanza di vari generi letterari, l’uso del cosiddetto romanzo non-fiction e l’unione di cronaca e saggio con la finzione. Un esempio perfetto è la sua opera principale, o forse la più conosciuta in Italia: Soldati di Salamina (titolo originale Soldados de Salamina) che parla della Guerra Civile Spagnola. Pubblicato nel 2001, troviamo una mistura tra fatti storici e finzione romanzesca. Protagonista è un giornalista-scrittore, un alter ego di Cercas stesso, che indaga su un singolare episodio risalente al conflitto che ebbe luogo tra il 1936 e il 1939. Il tutto per discutere e riflettere su come debba essere commemorato nel XXI secolo il capitolo più sanguinoso della storia spagnola. Il titolo si rifà alla battaglia di Salamina (quella successiva alla battaglia delle Termopili), nella quale la flotta Ateniese comandata da Temistocle sconfisse i Persiani. Quest’opera ne fece uno scrittore universalmente riconosciuto, ricevendo critiche eccellenti da autori del calibro di Mario Vargas Llosa, John Maxwell Coetzee, Doris Lessing e George Steiner.

Le numerose vendite di questo romanzo gli permisero di dedicarsi esclusivamente all’attività di scrittore, lasciando l’incarico di professore universitario. l suo romanzo seguente, La velocità della luce, pubblicato nel 2005, lo rivalutò ulteriormente come scrittore, ed oltre ad essere considerato il romanzo dell’anno da El País, ottenne vari premi letterari.

Nei suoi romanzi successivi, Anatomía di un istante (2009), Le leggi della frontiera(2012), L’impostore (2014) e Il re delle ombre (2017), Cercas ha mantenuto un forte interesse per i temi storici della guerra civile spagnola e della transizione spagnola successiva alla fine del Franchismo. La sua opera è stata tradotta in più di venti lingue. Non solo romanzi. Cercas ha scritto anche saggi sul mestiere di scrivere. Una lettura consigliata agli aspiranti scrittori è “L’uomo che dice no”.

Domenica 21 Ottobre 2018 – ore 21.00 – Teatro Cagnoni

  • Indirizzo
    Contatti
    Email: ---
    Sito web: ---
    Orari
    ---
  • Richiedi informazioni


    Prenota un tavolo