Esplora

Vigevano

Vigevano
Penna Selvaggia

Luglio col bene che ti voglio…

Luglio col bene che ti voglio…. Quanti di voi ricordano e cantano ancora questa canzone? Ebbene, siamo alle porte del primo mese di vera estate e, per accoglierlo, Vigevano ha pensato ad un programma con i fiocchi.

Già questa sera (giovedì), alle 20, al teatro del Carcere dei Piccolini, andrà in scena “Un’isola. Dalla mia finestra si vedono le montagne“, spettacolo liberamente tratto da “La tempesta” di William  Shakespeare, con Constantin, Erion, Francesco, Hassan, Jalil, Jorgo, Luca, Pawel, Moez ovvero gli attori detenuti della sezione maschile del carcere di Vigevano. La riduzione drammaturgica sarà a cura di Alessia Gennari e Marco Rossi, la regia è di Alessia Gennari, l’assistente alla regia è Marco Rossi, le luci sono affidate a Marco Grisa e la grafica a Marta Carraro. Il progetto è a cura di Formattart, ed è stato realizzato grazie al contributo POR FSE 2014-2020.

Per la rassegna Cinema in Castello questa sera sarà trasmesso “Il filo nascosto”. Regia di Paul Thomas Anderson. con Daniel Day-Lewis, Vicky Krieps, Lesley Manville, Drammatico. Ambientato nella fascinosa Londra del dopo guerra negli anni ‘50, il rinomato sarto Reynolds Woodcock e sua sorella Cyril sono al centro della moda britannica, realizzando i vestiti per la famiglia reale, star del cinema, ereditiere, debuttanti.

Domani e quindi venerdì, alle 16 sarà inaugurata la Mostra Collettiva dei Ragazzi Anfass “Pollock uno di noi” presso gli spazi di Ondedurto.arte di via Cairoli, 16.  La mostra sarà visitabile fino al 1 luglio dalle 16.30 alle 19.30. Tutte le opere esposte saranno battute all’asta il 7 luglio dalle 17.30 presso Anthaus, a  Palazzo Colli Tibaldi di via Merula. L’incasso sarà interamente devoluto all’Associazione Anffas Vigevano.

E ancora, sabato, per due giorni diventa la capitale delle due ruote con il Motoraduno “VIGEVANO 2K18”, l’intera area del Castello con la Strada Coperta e la Cavellerizza sarà inondata di bikers, attrazioni, spettacoli, stand e tanto, tanto street food.

Dalle 16.30, sempre sabato, i Vigevano Photo Friends inaugureranno  la seconda edizione della nuova grande mostra fotografica all’Auditorium San Dionigi, di Piazza Martiri per la Libertà: 150 fotografie di 10 fotografi, ovvero Laura Caserio, Adriano Ghiselli, Marino Premoli, Alberto Reina, Pasquale Russo, Roberto Tagliani, Angelo Vanzan, Francesco Vignati, specializzati in diversi generi fotografici quali fotografia di reportage , paesaggio , fotografia naturalistica , di architettura , di spettacolo , still life , ritratto , street photography. Patrocinata dall’amministrazione comunale e dalla Fondazione Piacenza e Vigevano e dall’Associazione Arte Il Faro. La mostra si potrà visitare il sabato pomeriggio dalle 16.30 alle 19 e dalle 20.30 alle 23 e la domenica dalle 10 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 19.30. Ingresso gratuito.

Dalle 22, sul palco della Cooperativa Portalupi (strada dei Ronchi 7, Sforzesca), saliranno i Derivacustica, band Country-rock, reggae, blues in versione acustica. Membri del gruppo sono Elena Anfossi, chitarra acustica e voce, Vittorio Dorigo, voce e armonica e Nicola Ambrosioni, chitarra elettrica e cajon. L’atmosfera avvolgente degli anni Settanta in versione acustica e tanta voglia di divertirsi cantando e suonando: un bel viaggio per noi e per chi ci segue. Ingresso libero.

Per il resto, alla galleria Outartlet Gallery (corso Repubblica) si può ancora visitare la mostra “Pop Up”, la personale di Ale Puro lo street artist vigevanese famoso per i suoi disegni, le tele, ed i murales con i bambini. Da sabato e fino al 31 luglio, a The Outartlet Gallery (corso Vittorio Emanuele II, 28) dopo tre anni dalla sua ultima personale vigevanese, Ale Puro torna nella sua città natale con Pop Up la mostra che ha avuto un successo di pubblico e critica consacrandolo tra gli artisti contemporanei più quotati. Un corpus di circa 20 opere fra inedite e storiche descrivono la poetica non convenzionale dell’artista, il linguaggio diretto e la volontà di trattare temi profondi attraverso un’espressione fanciullesca e apparentemente semplice. I suoi personaggi, ormai diventati delle vere e proprie icone dell’arte contemporanea, sono simboli di speranza per un futuro migliore, sia sociale che morale. Un invito a capire gli altri, andare oltre le apparenze, scalfire la superficie e ottemperare l’empatia. La mostra si potrà poi visitare da martedì  a domenica dalle 10 alle 13 e dalle 15.30 alle 19.30. Ingresso libero.

Martedì, poi alle 20.30 Dadi Ducali e Laroom offriranno un aperitivo in Castello con dimostrazione di alcuni giochi per tutti. A seguire, e quindi dalle 21.30, sarà trasmesso il film “Ready player one” di Steven Spielberg, con Tye Sheridan, Olivia Cooke, Ben Mendelsohn. Anno 2045. Sul pianeta Terra, l’unica fonte di svago per l’umanità è l’Oasis, un programma di realtà virtuale -che vale miliardi di dollari – che verrà consegnato alla prima persona che riuscirà a risolvere una serie di Easter Eggs, fra i milioni di persone che si cimenteranno nell’impresa c’è anche Wade Owen Watts, un diciottenne nerd, appassionato di videogames e giochi di ruolo.

Questa settimana inizieranno poi anche i concerti in Castello. Aprirà Beppe Grillo con il suo “Insomnia” in programma per il 4 luglio dalle 21.15, il 6 luglio arriverà il compositore e pianista Stefano Bollani ed il 7 Francesca Michielin.

Prenota un tavolo