Esplora

Vigevano

Vigevano
Penna Selvaggia

Questo weekend a Vigevano

GIOVEDì

Già questa sera, dalle 21.30 nelle sale del Doppio Malto Vigevano (viale Industria, 321) potremo ascoltare il “Trio Truffa”. Il trio nacque fortuitamente la sera di un concerto, in un locale del novarese del quale non si può far nome, nella quale il cantante non si presentò lasciando tutti di stucco. I musicisti impugnarono i loro strumenti, forti di anni di esperienza live e un ricco background musical ,e affrontarono la serata e il risultato fu soddisfacente tanto da decidere di creare una band.  Il Trio T presenta un mix di Blues, Jazz, Latin, Funk, miscelando sonorità e stili, puntando sull’improvvisazione ed emozione di ogni singolo musicista. Il repertorio è serio e variegato fatto da strumentali standard di M. Davis e H. Hancock, si toccano brani storici bossa nova e jazz fino ai classici del Blues cantato di E. Clapton, S.R. Vaughan, B.B. King. Per maggiori informazioni si può chiamare lo 0381 313403 o scrivere a vigevano@doppiomalto.com

VENERDì

Proseguono gli appuntamento con La Scuola di Psicanalisi Freudiana ed il corso “La Psicanalisi di Freud. Un corso per approfondire il pensiero Freudiano”. Sempre alle 21 di domani (venerdì), nelle sale di Palazzo Crespi si parlerà del lavoro di Sigmund Freud, che è sempre stato sorretto dalla necessità, più volte ribadita, di fondare la psicologia come scienza della natura. La Scuola di Psicanalisi Freudiana ha cercato di ritrovare ed esplicitare (in evidente e consapevole controtendenza rispetto agli sviluppi postfreudiani) i fondamenti naturalistici e razionalistici che risultano presupposti ineliminabili della teoria e della pratica psicanalitica.

Torna, anche questo weekend, l’appuntamento con il teatro dialettale, grazie al Gruppo artistico culturale vigevanese Incontro. Venerdì e sabato alle 21 presso Cinema Teatro Odeon in via Berruti  2, vicino alla chiesa dell’Immacolata, la compagnia interpreterà “L’è mai trop tardi”, una commedia che parla d’amore, “vintage”. Sul palco saliranno: Carlo Sacchi, Lucia Toso, Spartaco Scaglia, giuseppe Carnevale Miacca, Giovanni Manzini, Claudia Negri, Gianni Gho, daniela Panseri, Francesco Sacchi. Il costo del biglietto è di 10 euro e il ricavato sarà devoluto a Il Filéremo – Centro Orientamento Disabili.

C’era due volte… Scarpanò, laboratorio di teatro e metodi attivi nell’ambito del progetto actor in fabula propone C’era due volte… il teatro per avere voce in capitolo. Due i per percorsi: Vox in fabula, la Voce della Fiaba ovvero un Laboratorio Teatrale di narrazione e voce, finalizzato all’uso espressivo e creativo della voce in situazioni narrative, e Chorusi in fabula, laboratorio di coralità creativa finalizzato all’esplorazione delle possibilità ritmiche e dinamiche della voce all’interno di un contesto/contenitore fatto di “non solo canto”. Il percorso “Vox in Fabula” proposto è condotto da Sara Urban, mentre l’altro sarà condotto da Daniele Soriani. Entrambi sono strutturati su incontri a cadenza quindicinnale, quattordici il primo, dieci il secondo, aperti a tutti.  La prima lezione del laboratorio “vocale, che costa 220 euro,” sarà domani (venerdì) il 15 novembre dalle 21 alle 23, mentre quella del laboratorio canoro, dal costo di 160 euro, sarà il 22 novembre dalle 21.15 alle 23.15.

SABATO

Alle 10.30 di sabato, nella sala Franzoso della Biblioteca Civica Mastronardi (corso Cavour, 82) si tornerà a parlare di benessere con l’esperta Daniela Antonini. Questpo sarà il terzo ed ultimo incontro che avrà come tema:Detox Invernale. Depurare l’organismo in questa stagione è una pratica antichissima che regala benefici al corpo ma anche al nostro umore. Come possiamo rispondere alle naturali richieste del nostro organismo in questo momento dell’anno? Una guida con i consigli e le “regole d’oro” per sbarazzarci da scorie e tossine, per affrontare l’inverno più vitali, forti e rigenerati. Ingresso libero

Quando l’abuso e il bullismo sui minori diventano il soggetto di una mostra. Sabato, alle 11.30, nella strada Sotterranea del Castello, in occasione della Giornata mondiale per i diritti dell’infanzia dell’adolescenza, sarà inaugurata la mostra dal titolo “Il Danno” di Luca Sacchetti e curata da Fortunato D’Amico. «L’esposizione – spiegano gli organizzatori – si sofferma su un tema di attualità sempre più diffuso: l’abuso sui minori e gli atti di bullismo a danno dei minori attraverso una serie di dipinti che restituiscono al pubblico le dinamiche e le tensioni psicologiche che travagliano l’animo di tutte le persone che sono state vittime di tali avvenimenti. Lo spettatore è sollecitato dall’artista a smuovere meccanismi di pensiero assopito,  Sacchetti guida il pubblico verso una riflessione attenta ai miti e ai valori della società contemporanea che incoraggia l’individualità, la competizione e il cannibalismo tra gli esseri umani. Lo fa dipingendo un volto, visibile solo per una metà, o la scritta derisoria presente nel ritratto. I volti degli abusati, i loro corpi irrigiditi, gli sguardi assenti, i movimenti statici tendenti a nascondere la tragedia interiore dietro paraventi di facciate anonime, sono gli elementi caratteristici che descrivono le tracce del Danno».Il percorso della mostra inizia con una esposizione di 24 dipinti dedicati al tema dell’abuso per poi proseguire con altri nove sul bullismo, terminando con il dipinto “Il Sesto Stato”, una rappresentazione corale di chi ha subito un danno e che si ispira, reinterpretandolo, al celebre dipinto “Il Quarto Stato” di Pelizza da Volpedo. La mostra che gode del patrocinio del Comune di Vigevano, Assessorato alla cultura, il Patrocinio del Comitato Provinciale di Pavia dell’Unicef e in collaborazione con le Associazioni culturali Rete Cultura, Sopramaresotto, si può visitare il venerdì, sabato e domenica dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 19.30. Ingresso a offerta libera, il ricavato delle offerte andrà a sostegno di: Save the Children.

Nei locali di ex Moda giovane (via Caduti Liberazione 23) torna la personale dell’Artista Cesare Giardini, intitolata “Il mio viaggio”. Questo tema, che è il soggetto teorico della ricerca pittorica di Giardini, permette di presentare al pubblico sempre nuove varianti e di seguire nuove avventure della ormai mitica corrierina blu che caratterizza le opere del pittore vigevanese. Per l’occasione saranno esposte nuove tele di Viaggi e Viaggiatori e studi su carta realizzati con varie tecniche. In questa esposizione saranno esposti an he lavori preparati appositamente che Giardini ha dipinto per la mostra tenutasi l’estate scorsa nell’isola di Procida su invito dell’assessorato alla cultura della nota località nel golfo di Napoli. Tra le opere esposte, in questa nuova mostra, ci sarà anche un ritratto inedito del Conte Beretta, personaggio del folklore cittadino degli anni ’70_80 e noto a tutti i vigevanesi come macchietta tollerata e forse benvoluta. Questo ritratto dimostra l’attenzione dell’artista ad un periodo della storia vigevanese ricco di personaggi, si borderline, tuttavia parte del tessuto urbano, pochi anni dopo la città ha perso o rinchiuso queste figure che si era soliti incontrare nel centro storico. Giardini presenterà anche il prototipo di un gioiello raffigurante la corrierina blu realizzato in collaborazione con l’orafa Ilaria Bonardi. La mostra si inaugurerà sabato alle 17.30 e proseguirà fino al 22 dicembre in collaborazione con Arte il Faro. Ingresso libero.

Sempre sabato, per chi volesse passare una serata all’insegna della Musica rock, l’appuntamento alla Cooperativa Portalupi (Strada dei Ronchi, 7 – fraz. Sforzesca) dove, dalle 22, si esibirà Aaron Brooks Unplugged. Aaron Brooks, l’ex cantante / cantautore o l’acclamato rock band psichedelico americano Simeon Soul Charger, è tornato dopo 2 anni di assenza dalla musica con il suo album solista Homunculus, un eclettico pasticcio di epopea cinematografica, psichedelia, Americana, malinconia e paesaggi orchestrali. Album nei negozi e su tutte le principali piattaforme online il 21 settembre. Ingresso libero.

L’Associazione Culturale Compagnia Teatrale Il Grillo presenta “Se il tempo fosse un gambero?”, una commedia musicale scritta nel 1986 in due atti di Garinei, Giovannini, Fiastri, Zapponi, Travajoli. Si tratta di musical brillante sulla possibilità di cambiare le scelte più importanti della nostra vita, per rispondere alla domanda “e se avessi fatto un’altra scelta? Se avessi percorso un’altra strada?” La vicenda, che inizierà alle 20,45 sul palco del Civico Teatro Cagnoni riguarda l’ottantenne Adelina, a cui appare un diavolo di seconda categoria, inviato in missione proprio il giorno del suo compleanno. La vecchietta in gioventù aveva respinto le avancés di un principe ed ora, ogni tanto se ne pente. Il diavolo vuole riportarla indietro nel tempo per indurla a fare. Il biglietto costa 10 euro, ridotto 8. Il ricavato sarà, come sempre, devoluto in beneficenza.

Alle 21, sul palco del Teatro Moderno (via San Pio V, 8) andrà in scena il “The Cozza Show”, il Cabaret più pazzo del mondo. Scritto e Diretto da Maria Teresa D’Adamo vedrà Don Mandrillo (Michael D’Adamo) e Don Pippone (Giuseppe Cosentino combinarne delle belle. Gli organizzatori lo presentano come uno spettacolo di cabaret decisamente fuori dagli schemi, con la partecipazione di diversi personaggi comici. Primo tra tutti, la Signora Cozza, la irriverente vedova del sud, che conquista con la sua comicità forte e verace. Il biglietto costa 11 euro. Per informazioni e prenotazioni si può chiamare il 348.1127776 o scrivere a info@teatroilmosaico.it

Non solo: sempre alle 21, ma sul palco dell’Auditorium Mussini (viale della Libertà, 32) il gruppo Vigevano Cabaret presenta un’altra serata di puro divertimento. Ragionier Lodetti, Mago Elias (Zelig), Max Pieriboni (Colorado) e Gigi Rock (Zelig) promettono che ci faranno morire dalle risate. Il biglietto costa 10 euro, i bambini sotto i 10 anni entrano gratis.I proventi saranno destinati a opere di beneficenza. Per informazioni si può chiamare il 334.294 5516

DOMENICA

Alle 17 di domenica, all’interno dell’Auditorium San Dionigi (Piazza Martiri della Liberazione) i Lions Club Vigevano Sforzesco ed i I NarrAttori presenteranno “Il Viaggio di una Piuma”

Letture espressive ispirate al libro di Giorgio Faletti “La piuma”. «L’aria si fa leggera ed arriva volando una piuma ma bianca da dire che c’era e non c’era da sembrare una falce di luna.
L’aria si fa leggera quando ancor più leggera è la piuma e mentre nel cielo non sembra sia vera rende vera ogni cosa e nessuna». La piuma è l’ultimo lavoro, pubblicato postumo, di Giorgio Faletti, una fiaba commovente che, con semplicità e innocenza, ricorda a chi legge il senso della vita e delle cose, e anche della fine. Questa fiaba, che doveva essere un musical, ci fa seguire una piuma, che viaggia leggera per il cielo, in modo casuale o forse no, che ci fa conoscere diversi personaggi, mostrandoci la loro storia. Gli intermezzi musicali saranno a cura del Maestro Stefano Pennini. Ingresso libero.

Sempre domenica, in occasione della giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne i Buccella Runners organizzano la “We Run For Women. Corriamo insieme e diciamo no alla violenza alle donne indossando qualcosa di rosso”. Sarà un allenamento collettivo che partirà alle 9 da via della Pescatora, 88 (Parallela Via Buccella). Durante la mattinata si terrà anche na raccolta di generi alimentari di qualsiasi tipo: detersivi, prodotti di igiene personale donna, crema viso, mani, corpo da donna. Ma anche buoni per qualsiasi negozio, supermercato, ingressi cinema e trucchi. Il tutto sarà destinato alla comunità Butterfly Onlus (donne e minori in condizioni di disagio).

Domenica, il Baule Volante, produzioni teatrali per ragazzi presenta… Attento pierino…arriva il lupo! Spettacolo liberamente tratto da “Pierino e il lupo” di Sergej Prokofiev. Con la regia di Andrea Lugli ed il testo di Liliana Letterese, alle 16 sul palco del Teatro Cagnoni (C.so Vittorio Emanuele II, 45) vedremo Liliana Letterese, Andrea Lugli e Nicola Zampieri insieme a pupazzi animati a vista.  La celebre fiaba tradizionale narra la storia di un ragazzo che, con l’aiuto dei suoi inseparabili amici animali, riesce a catturare un ferocissimo lupo. Ogni personaggio della storia è contraddistinto da uno specifico strumento musicale, che ne facilita l’identificazione e che ha reso giustamente notissima questa fiaba musicale che Prokofiev aveva composto con lo scopo di educare alla musica i ragazzi delle scuole russe. Per informazioni si può chiamare lo 0381.82242  o scrivere a cagnoni@comune.vigevano.pv.it Il biglietto costa 5 euro.

EVENTI ANCORA IN CORSO:

Lo Spazio Ondedurto.arte (via Cairoli, 16/a) alle 17 presenta “Uno sguardo sul mondo” mostra personale di Gigi Abbiati. Tra i tanti doni che Dio, o il fato, ha fatto a Gigi Abbiati c’è sicuramente l’attrazione per i colori. Le grandi tonalità di verdi della campagna natia, il mutare incessante ad ogni cambiamento di stagione dei colori delle chiome degli alberi, l’azzurro dell’amato Ticino, come del cielo sovrastante; lo sfavillare dei mille colori di ogni genere di fiori ammirati e conservati gelosamente nell’animo, han fatto si che piccole manine brandissero a sfidar la natura, pastelli, acquarelli ed ogni genere di matite. «Quando dipingo mi sembra di entrare nell’universo circostante che generosamente s’apre a me, vivendo in simbiosi con quanto sto dipingendo. E’ questo un esercizio d’amore che vorrei far rivivere negli occhi di guarda un mio dipinto».

Fino al 9 dicembre, i Musei Civici ospiteranno la mostra “Hors d’oeuvre”, assaggi di opere ed artisti dalla Permanente di Milano. L’itinerario prende il via alle Scuderie del Castello con una selezione di lavori realizzati da 16 soci attuali della Permanente, Ente Morale per la promozione dell’arte nato nel 1884. In esposizione opere di Giovnni Campus, Nado Canuti, Mino Ceretti, Giancarlo Cerri, Alex Como, Gioxe De Pellitta, Mario Raciti, Togo, Grazia Varisco, Monika Wolf e Franco Zazzeri. Tra linguaggi e tecniche della pittura e tra forme e materiali della scultura, la panoramica presenta tendenze e stili dell’arte dalla seconda metà del ‘900 a oggi, cogliendo passaggi e variazioni tra espressione figurativa e astrazione. Il percorso prosegue nelle sale del Museo Civico con una selezione di opere significative della collezione del Museo della Permanente: un saggio della raccolta dell’ente, che si è formata a partire dal 1886 con l’acquisizione di opere premiate dall’Istituzione milanese o donate da artisti e collezionisti. In mostra lavori di autori contemporanei tra cui Cassinari, Chighine, Pardi, Pirandello, Spadari, Tadini e Veronesi. La mostra sarà aperta al pubblico martedì a venerdì dalle 14 alle 17.30, sabato, domenica e festivi dalle 10 alle 18. (orario continuato). Ingresso gratuito

  • Indirizzo
    Contatti
    Email: ---
    Sito web: ---
    Orari
    ---
  • Richiedi informazioni


    Prenota un tavolo