Esplora

Vigevano

Vigevano
Penna Selvaggia

Rieccoci ad un nuovo weekend

Rieccoci ad un nuovo weekend. Ok, rimpiangiamo l’estate, il mare, la vacanza, la crema solare e così via. Però, siamo sinceri, quaggiù c’è sempre qualche cosa di interessante con cui distrarci.

Per esempio domani (Venerdì) inaugura il primo appuntamento del Festival delle trasformazioni 2018. Il festival, che è organizzato da Rete Cultura in collaborazione con l’Amministrazione comunale, prevede numerosi eventi ed appuntamenti, il primo dei quali sarà inaugurato oggi alle 18. Il titolo è “La ricchezza della diversità: Wunderkammer 2018”, è proposto dall’Associazione culturale Libellula e dal Gruppo di Evuz art, e si terrà nella Sala dell’Affresco del Castello fino al 13 settembre. L’evento sarà aperto dalla performance artistica “La ricchezza della diversità” dell’artista Giuse Iannello, con la partecipazione dell’attrice Elisabetta Ubezio nel ruolo di Madre Natura e musiche originali di Valerio Incerto. Si tratta di una riflessione sull’impoverimento dell’habitat naturale ogni volta che si estingue una specie animale o vegetale. Mariateresa Bocca, presidente dell’associazione Libellula, introdurrà quindi brevemente  gli artisti le cui opere sono entrate a far parte dell’installazione: Andros, Samantha Bonanno,  Giampiero Bonomi,  Germano Casone,  Giuse Iannello, Lorenzo Lucatelli, Agostina Pallone, Pierangelo Russo e Paolo Vecchio. Wunderkammer 2018 si rifà alle “camere delle meraviglie”, che, a partire dal Rinascimento fino al XVIII secolo, riunivano le “naturalia”, vegetali o animali ritenuti  eccezionali per qualche particolare, e le “artificialia”, opere d’eccezione dell’ingegno umano, per lo più oggetti artistici di grande bellezza o originalità. «La versione Wunderkammer 2018 – spiegano gli organizzatori – vuole evidenziare l’evoluzione del gusto artistico attraverso i secoli. L’installazione sarà di stampo minimalista e sarà composta da strutture in legno e pedane in ferro di varie misure, atte a sostenere gli oggetti artistici esposti, realizzati in legno, resina, tela, carta, creta, metallo, materiali vari. Gli Artisti che compongono il team espositivo  sono stati rigorosamente selezionati  per la loro originalità». L’ingresso è libero.

Per gli amanti della buona cucina, l’appuntamento è con il Gruppo “La Raviolata” dei Piccolini, che  presenta 33ª Sagra Del Raviolo Casalingo. Venerdi, dalle  19.30 alle 22.30, oltre ai ravioli si potranno gustare altre specialità della tradizione, tra cui anche il fritto di calamari. Sabato, dalle 11, si potranno acquistare i ravioli da asporto, mentre dalle 12.30 riapre la Sagra con degustazione di ravioli ed altre golosità (fino alle 13.30). La raviolata continua per cena, necessaria la prenotazione (fino alle 23).

Sabato, nella Strada Sotterranea del Castello si potrà visitare la mostra “Paesaggi sospesi” di Roberto Pelli e Michele Protti. Dall’8 al 23 settembre, curata da Edoardo Maffeo e dall’Associazione Amici di Palazzo Crespi.  A dispetto di tempi che, grazie anche al contributo d’una tecnologia sempre più fredda ed invasiva, sembrano inseguire a tutti costi la nitidezza e la definizione dell’immagine scambiandola per garanzia di verità e di autenticità, il fascino dell’indefinito, del “sospeso” e del “quasi”, riserva emozioni ben più sottili e complesse. due artisti assai diversi ad offrire una propria interpretazione del concetto di indefinito. Così le esperienze creative di Roberto Pelli e Michele Protti, che affondano le radici in culture figurative piuttosto lontane, ed il l linguaggio espressivo può apparire addirittura dissonante così come l’ideale collocazione spazio temporale del loro operare, si incontrano in questa mostra. La mostra si potrà visitare il venerdì dalle 16 alle 19, il sabato e la domenica dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19. Ingresso libero .

Torna, dopo la pausa estiva, anche il Mercatino dei sapori italiani. In corso Vittorio Emanuele e via Cesare Battisti, da mattina a sera o meglio, dalle 10 alle 20, troveremo una variegata rappresentanza di produttori regionali di grande qualità che hanno come obiettivo la

cura delle proprie tradizioni e la conservazione dei tipici sapori che ricordano le immagini dei territori da cui provengono.

Domenica

All’Auditorium San Dionigi, come di consueto, si ascolterà buona musica. In programma, per il  XI concerto della stagione, “La Chitarra Italiana.Lorenzo Trocetti, Mauro Giuliani, Niccolò Paganini, Giorgio Federico Ghedini, Mario Castelnuovo Tedesco”. Alla chitarra classica vedremo Maria Luciani.

L’Associazione Amici del Ticino organizza la 12ª Discesa Dimostrativa “Dei Barce” da Vigevano a Bereguardo. «Se vuoi mantenere le attività tradizionali del nostro fiume partecipa, iscrizione gratuita prenotazione obbligatoria». Sono ammessi tutti i barcè senza limiti di peso, misura o numero di persone. Il ritrovo sarà alle 8,30  presso la sede degli Amici del Ticino, in località Parco Robinson, strada dei Pozzi 50, Vigevano. Per partecipare occorre prenotare telefonando a: Giancarlo Aguzzi – 3687883751 o Giovanni Manzini  –  3385649198 o Gianni Gho  –  3336718484

Prenota un tavolo