Esplora

Vigevano

Vigevano
Penna Selvaggia

Un weekend dedicato alle donne a Vigevano

Sarà un weekend dedicato alle donne. Tra le mille proposte di svago ed intrattenimento di questo fine settimana, molte saranno quelle dedicate al gentil sesso. Già in questo momento, alle 18.30, alla libreria Feltrinelli sarà presentato il libro dei vigevanesi Roberta Colli e Massimiliano Scotti “Un gelato per amore”, progetto che proseguirà domani, alle 19.30, quando sarà inaugurata la mostra “I sentimenti dell’Io” di Paola Rizzi nelle prigioni del Castello (in collaborazione con società fotografica vigevanese). Il libro parla di ricette (cucina) e ricette (bellezza), mentre in mostra sono foto di donne vigevanesi, o che sono passate a Vigevano ed hanno accettato di farsi fotografare dietro una vetrina, simbolo dello “scudo” che le donne sono costrette a portarsi sempre appresso. Il ricavato del libro e della mostra verrà destinato alla cooperativa Kore che si occupa di donne vittime di violenza.

Sempre questa sera, e sempre in occasione della Giornata Internazionale della Donna, la biblioteca Mastronardi ospiterà la mostra “70 anni di legislazione a favore delle donne”. L’inaugurazione sarà alle 17.30 con l’intervento di Anna Fratta, segretario generale dello Spi Cgil di Pavia. Nell’occasione la sezione Anpi di Vigevano “Francesco Soliano” donerà alla collettività la Sedia rossa come simbolo dei “365 giorni l’anno contro la violenza sulle donne”. La serata si concluderà con un reading di Elisabetta Ubezio su testi della scrittrice e Poetessa Sibilla Aleramo, seguirà rinfresco. La mostra sarà aperta al pubblico fino al 16 marzo,  da lunedì a venerdì dalle 16 alle 19. Ingresso gratuito.

Per chi non avesse ancora idea di come passare la serata, al Different box (via Bellaria 18) si esibiranno, dalle 22, i Darwin Project: L’evoluzione della musica dance. I Darwin Project sono una party band milanese con un repertorio dance pop che spazia dagli anni ottanta fino ai giorni nostri per serate dal divertimento assicurato.

Sempre venerdì, dalle 21, al teatro Scarpanò (via Verdi) si esibiranno i Wunder Wurst Project in Cinemissimi Show, che proporanno una serata di cabaret. In scena vedremo Federico Calistri, Mauro D’Amico, Fabio Facchini, Ivano La Rosa, Lorenzo Tolusso che interpreteranno i testi di Ivano La Rosa.

Alle 21, nella Sala Franzoso della biblioteca Mastronardi si terrà “Ieri, Oggi, Domani…Donna!” una serata di letture e musica a cura del Gruppo di Lettura Bibliosofia e dell’Associazione Culturale Genti Lucane. Le letture saranno affidate a Francesca Rifici, Giulia De Giovanni, Marcella De Feo e Roberto Puddu, mentre l’accompagnamento musicale sarà affidato a Giulia Crippa, Gloria Antona, Greta Danelli, Stefania Massarenti, Donata Tacchelli, Francesca De Boni, Irene Coco, Annachiara Ditrani, Simone Zanardi, Irene Curto, Jessica Policano, Sonia Zacchetti, Giulia Cannata.

Dalle 23, sempre al Different box, arriveranno le Pussy/Dc (Ac/Dc tribute band), 5 ragazze scatenate che hanno in comune la dannata voglia di fare rock e la grande passione per la musica degli AC/DC. Un richiamo ad “alto voltaggio”, irrefrenabile e irresistibile quanto il loro spettacolo, femminile ma con gli attributi! Da “TNT” a “Rock Or Bust”, storia ed energia sono garantite e anche il divertimento.

Sabato, al Teatro Moderno dalle 21 la compagnia Teatro delle Temperie interpreterà “Lo stronzo” di e con Andrea Lupo, con Giovanni Cordì all’aiuto regia. La pièce inizia la sera del decimo anniversario di matrimonio di Luca e Lilli: la coppia è pronta per andare a festeggiare, ma basta una parola sbagliata, una reazione scomposta che lei si spaventa e scappa. A nulla servono le imprecazioni prima e le preghiere poi per farla tornare…Da qui comincia un difficile percorso per Luca alla ricerca di una chiave che possa aprire quella porta e restituirgli la sua relazione. In scena troneggia al centro un’enorme porta chiusa volutamente anonima a simboleggiare tutte le porte, mentali, sociali, culturali o reali che separano il maschile dal femminile.

Alle 21, ma al Different box, suoneranno i Dark of hate & love, gruppo vigevanese del 2009. Dopo vari cambi di formazione, dall’autunno 2017 la band si compone di 4 elementi Carlo alle chitarre, Lorenzo al basso, Manuela alla batteria e Francesca alla voce. Gli spettacoli proposti sono caratterizzati da un ritmo incalzante ed energico, proprio dallo stile musicale di Manuela e Lorenzo, mescolato a melodie più pacate ed eteree tipiche di Carlo, il tutto valorizzato dalla potente ed elegante voce di Francesca. Insomma, una cover band che ha tentato negli anni, e che tuttora cerca, di proporre al suo pubblico uno spettacolo diverso dagli altri, originale e dal suggestivo sound generato dal feeling di ognuno dei suoi componenti. Con un carnet molto fornito di cover, i D.O.H.L. vi accompagneranno in un viaggio nel tempo tra i più grandi successi della musica rock, pop e dance italiana ed internazionale.

Serata punk rock allo Street Café (corso Novara 80) con i LIGERS gruppo composto da Yanez. Mario, Papandreu, Sampa.

Sul palco della Cooperativa Portalupi (via Ronchi 7, Sforzesca) invece, saliranno i Fractal Reberb ed i Jelly Goat.I Fractal Reverb sono lodigiani e nascono da un’idea di Davide Trombetta (chitarra) e Carolina Locatelli (basso e voce). Dopo vari cambi di formazione, nel settembre 2012 Denny Cavalloni diventa il nuovo batterista, e con lui i Fractal Reverb iniziano a fare esperienza live su molti palchi. Il trio nel 2015 registra il primo album Songs To Overcome The Ego Mind, completamente autoprodotto e registrato autonomamente, masterizzato da Enrico Baraldi, con grafica di Luca Carcano e photobook di Guenda Deda. I brani contenuti raccolgono tutte le produzioni fin dal 2012 per un totale di 15 brani. Nell’ottobre 2015 subentra Alessandro Pinotti alla batteria e nella primavera del 2016 la formazione si estende a 4 membri con l’aggiunta di Riccardo Burlini alla chitarra. Nello stesso periodo, la band decide di produrre non più testi in inglese ma in italiano. Nell’Agosto 2017 pubblicano il primo singolo di anteprima dell’EP “Quattro” dal titolo “Pioggia e sole”. L’EP “Quattro” vedrà l’uscita il 22 Settembre 2017. Se volete sapere chi sono i Jellygoat un modo intelligente per farlo è andarli a vedere suonare. Ne vale la pena.

Domenica, alle 11, torna l’autore Lorenzo Marone autore di “Un ragazzo normale” (ed.Feltrinelli) che dialogherà con Mariateresa Bocca. Il libro parla di Mimì, un bimbo di dodici anni, occhiali, parlantina da sapientone e la fissa per i fumetti, gli astronauti e Karate Kid, abita in uno stabile del Vomero, a Napoli, dove suo padre lavora come portiere. Passa le giornate sul marciapiede insieme al suo migliore amico Sasà, un piccolo scugnizzo, o nel bilocale che condivide con i genitori, la sorella adolescente e i nonni. Nel 1985, l’anno in cui tutto cambia, Mimì si sta esercitando nella trasmissione del pensiero, architetta piani per riuscire a comprarsi un costume da Spiderman e cerca il modo di attaccare bottone con Viola convincendola a portare da mangiare a Morla, la tartaruga che vive sul grande balcone all’ultimo piano. Ma, soprattutto, conosce Giancarlo, il suo supereroe. Che, al posto della Batmobile, ha una Mehari verde. Che non vola né sposta montagne, ma scrive. E che come armi ha un’agenda e una biro, con cui si batte per sconfiggere il male. Giancarlo è Giancarlo Siani, il giornalista de “Il Mattino” che cadrà vittima della camorra proprio quell’anno e davanti a quel palazzo. Nei mesi precedenti al 23 settembre, il giorno in cui il giovane giornalista verrà ucciso, e nel piccolo mondo circoscritto dello stabile del Vomero (trenta piastrelle di portineria che proteggono e soffocano al tempo stesso), Mimì diventa grande. E scopre l’importanza dell’amicizia e dei legami veri, i palpiti del primo amore, il valore salvifico delle storie e delle parole. Perché i supereroi forse non esistono, ma il ricordo delle persone speciali e le loro piccole grandi azioni restano”.

Domenica arriverà poi il Concorso nazionale di danza moderna contemporanea e classica prodotto da Art on Stage. Dalle 10, al Palabasletta (via Carducci 5) ballerini e gruppi di ballo si esibiranno e si confronteranno in diverse discipline. Ci saranno tre categorie, ovvero Classico, Neoclassico, Moderno e contemporaneo, divise a loro volta in solisti, passo a due e gruppi, divise in fasce d’età: children (6-12 anni), juniores (13-17 anni), seniores (dai 18 anni in su).Inoltre ci sarà una sezione denominata  Danza di carattere per gruppi. La giuria sarà composta da Anbeta Toromani, Francesco Nappa, Bernard Shehu, Donatello Jacobellis  e Pasquale Tafuri. La giornata inizierà alle 10 con la lezione di danza classica con Pasquale Tafuri, alle 11.30 si terrà la lezione di modern contemporary con Donatello Jacobellis. Le lezioni sono aperte anche ai ballerini non iscritti alle gare al costo di 20 euro a lezione. Le competizioni inizieranno nel pomeriggio, alle 14 con le categorie neoclassica, danza di carattere mentre alle 16 sarà il turno delle gare di moderno e contemporanea. Ospiti dell’evento saranno le allieve di Marcella Previde Massara, delle scuole vigevanesi Dance with me e 100 passi oltre agli allievi del Centro di Formazione per la danza Artemente e del centro di formazione danza Artichoke di Milano. La biglietteria per il pubblico aprirà alle 13 ed il biglietto costa 10 euro (gratuito fino a 6 anni e over 70).

Sempre domenica triplo appuntamento da Scarpano Teatro e Metodi Attivi. Domenica, negli spazi di via Verdi 39, andrà in scena uno spettacolo che mette in scena alcuni testi tratti da Fiabe in Rosso e storie contemporanee che raccontano il problema della violenza di genere. Il primo appuntamento è alle 15.30 con “Mignolina, una fiaba tanti finali” , laboratorio per bambini dai 5 a 10 anni a partire dalla fiaba di Mignolina in compagnia degli autori (gradita la prenotazione), alle 18.30 sarà il turno dei “Cantastorie. Fiabe di ieri e di oggi, Storie di donne libere” di e con Alessia Gennari e Daniele Soriani alla chitarra. A seguire si farà una chiacchierata con lo scrittore e l’illustratrice per approfondire con gli adulti i tempi del libro “E se fosse Biancaneve a salvare il principe?” Per informazioni e prenotazioni si può contattare il 333.4181867 o il 349.3347716.

Foto di Iolanda Provini
  • Indirizzo
    Contatti
    Email: ---
    Sito web: ---
    Orari
    ---
  • Richiedi informazioni


    Prenota un tavolo