Esplora

Vigevano

Vigevano
Storie di Lomellina

Borgo San Siro…le origini del paese.

Con i suoi circa mille abitanti, Borgo San Siro è un luogo che va comunque considerato, in quanto ricco di storia.
Quando nasce questa cittadina?
Le sue radici si fondano probabilmente nel periodo pre-romano, quando precisamente in questo punto passava una strada che collegava alcuni centri abitati, tra cui la famosa “Antona” in zona Garlasco.

Attorno al X sec la città faceva parte del territorio, assieme a Garlasco, del Monastero di San Salvatore di Pavia. Inizialmente si dice che l’abitato si chiamasse “Burgus De Sale”, questo nel 1217… Ma già nel 1250 viene chiamata Burgum S.Syri, nell’elenco delle terre soggette al dominio Pavese. Si decise di aggiungere S. Siro per ricordare il primo vescovo di Pavia, che predicò in queste zone.

Nel Medioevo il borgo, era dotato di un castello, di cui rimangono poche tracce, in quanto rimaneggiato nei secoli successivi. Era probabilmente a pianta quadrata, dotato di torri di difesa e un singolo portone d’accesso, rivolto verso Nord. Ad oggi rimane solo una torre, incastonata tra le mura dell’attuale Municipio e Biblioteca.

Borgo San Siro, fino al 1475 era un feudo del casato dei Beccaria. Agostino di Lanfranchino Beccaria, una volta deceduto, lascia in eredità il territorio all’Ospedale San Matteo della Pietà di Pavia. Il ricordo di questa eredità è inciso su marmo, ed oggi si trova in una lapide presente nella Chiesa Parrocchiale.

Durante il secoli, in cui la cittadina e il territorio era sotto il controllo dell’Ospedale, vennero avviati dei lavori di bonifica del territorio; dapprima venne allungata la Roggia Castellana di 40km, e successivamente venne realizzata una seconda via d’acqua, chiamata Borgo San Siro.
Scompaiono per ciò le coltivazioni di viti, per lasciar spazio al mais, frumento e riso.

Nel 1714 passa sotto il dominio dei Savoia, come luogo di “confine”, in quanto adiacente a Vigevano e quindi parte dello Stato di Milano.

Tra il 1729 e il 1732 viene edificata la nuova ed attuale chiesa parrocchiale, sui resti dell’edificio religioso precedente.

Nel 1927, Borgo San Siro, riacquista la frazione Torrazza, che fino a quel momento era sotto il comune di Tromello.

Insomma… dalle popolazioni “liguri” ad oggi, Borgo San Siro è un concentrato di storia che sfortunatamente viene dimenticato… Ma noi siamo qui per far riscoprire parte della storia di questi luoghi…

Rubrica curata da Simone Tabarini di storiedellalomellina.altervista.org

Prenota un tavolo